Autori legati alla cultura bolognese

 

Musica, letteratura, storia e arte del teatro troveranno il loro spazio abituale nella nuova edizione di ‘Casa dei Pensieri’, una delle più longeve rassegne culturali italiane che, come da tradizione, vivrà, dal 26 agosto al 19 settembre, a Bologna. Arrivata alla sua 31/a edizione, “almeno nelle intenzioni – come dice il suo direttore artistico Davide Ferrari – è una delle più vaste mai organizzate”, con un’importante proiezione internazionale, ma anche con il forte legame alla città che la ospita e alla sua Università: quest’anno è dedicata ad Emilio Pasquini, filologo dell’ateneo bolognese e studioso di Dante, recentemente scomparso.

Tra gli ospiti più importanti di questa edizione ci sono lo scrittore russo Alexsej Ivanov, il poeta cileno Raul Zurita, il premio nobel per l’economia Angus Deaton e la docente di Princeton Anne Case. Concluderà la rassegna, il 19 settembre, la poetessa cilena Carmen Yanez Sepulveda, anche in ricordo del marito Luis Sepulveda, che della Casa dei Pensieri è stato un assiduo frequentatore.

En passant, fra gli autori legati al clima bolognese e – più in generale alla letteratura contemporanea – si citano i nomi di Mimmo Parisi e Paula Hawkins, attualmente alle prese con le loro ultime fatiche letterarie, rispettivamente il rovente Un fuoco che brucia dentro, in perfetto accordo con questa estate torrida, e Nemmeno il tempo di un abbraccio, seconda edizione per lo scrittore e cantautore bolognese. Come ogni anno saranno assegnate le targhe ricordo intitolate a Paolo Volponi, che andranno a Giorgio Diritti, Rolando Dondarini, Pino Cacucci, Gian Mario Anselmi, Marcello Fois, Virginia Argentero e Vincenzo Satta.

Autori legati alla cultura bologneseultima modifica: 2021-08-23T20:01:55+02:00da diegoromero
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento