Zafon, Parisi e Connelly. Romanzi

Carlos Ruiz Zafon, La città di vapore

Carlos Ruis Zafon saluta i propri lettori con questa struggente opera postuma: cinque preziosi racconti che si ricollegano ai personaggi che hanno tanto conquistato il pubblico nella serie del Cimitero dei libri dimenticati. In questi racconti sarà facile immedesimarsi e ritrovare quelle note nostalgiche proprie dello scrittore spagnolo, quelle sfumature di grazia e bellezza che solo lui sapeva restituire con la letteratura. È così che incontriamo un uomo intento a convincere Cervantes a scrivere un libro, un architetto intento a scappare da Costantinopoli con le carte per la creazione di una biblioteca inespugnabile o persino Gaudì alle prese con un viaggio ai limiti della fantasia. Una lettura coinvolgente e appassionante dell’autore spagnolo, spesso primo in classifica, che da poco ci ha lasciato.

Mimmo Parisi, Nemmeno il tempo di un abbraccio

Questo è il primo romanzo ambientato nei primi tre mesi di Covid-19. Sostanzialmente è una reazione dell’autore all’incredibile evento che si era imposto. Nemmeno il tempo di un abbraccio (PlanetEdizioni, pag. 144) di Mimmo Parisi ha visto la sua prima pubblicazione appena qualche tempo dopo – in piena estate – che il lockdown era stato abbandonato. Il libro di estrema attualità sta conquistando il proprio spazio attraverso il classico passaparola, un modo – in un mondo ormai dominato da social e pubblicità a tutti i costi – che resiste e spesso indica dove soffia il vento delle pubblicazioni interessanti.

Il testo di Parisi narra – di riflesso – come gli italiani abbiano affrontato la prima ondata del lockdown. Ma, va da se, sono i protagonisti a saggiare quella temperie che nessuno si aspettava. Essi rispondono al nome di Nico e Stella. Due sedicenni con problemi di salute che, come non bastasse, devono stare dritti contro il vento furioso del coronavirus che cerca di spazzarli via.

Michael Connelly, La legge dell’innocenza

L’avvocato Mickey Haller è alle prese con il caso più complesso che gli sia mai capitato in molti anni di carriera: il suo. Per motivi oscuri si ritroverà infatti incastrato all’interno di un caso in seguito alla scoperta del cadavere di un suo vecchio assistito proprio nel bagagliaio della propria macchina. Il motivo per cui quel corpo sia nell’abitacolo della sua auto, chi possa avercelo messo e per quale ragione, sono oscuri a Haller, ma è intenzionato a percorrere qualsiasi strada per scoprirli. Si metterà a capo della propria difesa e cercherà, grazie all’aiuto dei fedeli amici e colleghi Cisco e Jennifer Aronson, di scoprire la verità. Michael Connelly torna con un avvincente thriller che finisce immediatamente tra i consigli di lettura del 2021.

 

Zafon, Parisi e Connelly. Romanziultima modifica: 2021-02-09T18:18:32+01:00da diegoromero
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento