Politica di avatar e di gente che ha bisogno di 2000 anni

  Siamo alle solite. Tutti vogliono salvare l’Italia. Berlusconi: “No alle larghe intese, legge elettorale e poi le elezioni”. M5S: “Pronti a mobilitazione nel paese se arriva un governo avatar di Renzi”. Qualcuno ha parlato di aumento della credibilità di Forza Italia a discapito del M5s. Giudizio critico: o era ubriaco chi l’ha ‘notato’ o sono ubriachi gli italiani. Ci … Continua a leggere

Renzi, un’incredibile questione di responsabilità

  E’ la parola d’ordine del momento. Lo dovrebbe essere sempre, ma tant’è. Renzi ha chiamato tutti i partiti alla responsabilità.  Che significa? E’, va da se, una boutade. A parte il fatto che chiamare i partiti alla ‘responsabilità’, faccia venire il dubbio che i suoi millle giorni di potere siano stati all’insegna dell’irresponsabilità – e magari è proprio così … Continua a leggere

300 milioni di euro: al referendum o alla ricostruzione?

È convinzione berlusconiana che il referendum sia tutto sbagliato, perché spacca l’Italia proprio mentre la politica dovrebbe unirsi per soccorrere gli sfollati. Dei veri statisti (questo il messaggio recapitato a Palazzo Chigi) stopperebbero il referendum, darebbero ai terremotati i 300 milioni risparmiati grazie al rinvio del voto, si metterebbero tutti insieme intorno a un tavolo, rifarebbero da cima a fondo … Continua a leggere

Non c’è niente da fare, eppure Renzi avrebbe voluto!

  Il governo Renzi continua a mandar fuori notizie sulle pensioni. Imprecise. Così, nessuno ci capisce niente. E potrà dire che lui ha fatto, ha riformato, ma che le avversità dovute alla Guerra di Troia non erano superabili. Anzi, che gli elefanti di Annibale hanno rallentato tutto: passare le Alpi in questa stagione proibitiva non poteva portare a risultati. Così, … Continua a leggere

L’incredibile Manuel

Insomma, uno come Manuel Agnelli, a suo tempo, si appassiona di musica; mette su una band indie – che sta per sgangherata – e pensa, con il beneplacito di critici poco critici, di essere qualcuno. Nella musica rock. Che dire? E’ proprio vero che quando non si ha niente da dire e dare, si è sfrontati. Agnelli che dice a qualcuno di … Continua a leggere

Gay & Adams

Problemi coi gay? Mi metto in sciopero. Questo è il lapidario discorso fatto da Bryan Adams. Sulla scia (rock) della decisione di Bruce Springsteen di annullare il concerto del 10 aprile a Greensboro, nella Carolina del Nord, arriva un nuovo sciopero musicale in protesta contro le leggi che discriminano la comunità Lgbt. Bryan Adams ha cancellato il concerto previsto questa settimana … Continua a leggere

Il negoziatore: la società è fatta da amici(?)

  Chi, prima di vedere il film, era a conoscenza di questa professione? Probabilmente pochissimi. Sì, insomma, non è che capiti mai che qualcuno si presenti come Pinco Pallino, di mestiere… negoziatore. Comunque,ieri, 27 marzo, alle 20.59, è tornato in TV uno dei polizieschi più belli degli anni Novanta, Il negoziatore, film che ricordiamo per le notevoli performance dei due … Continua a leggere

Ligabue, in maggio un altro libro

  Il 10 maggio sarà pronto un nuovo testo partorito dalla penna instancabile di Luciano Ligabue. L’artista, che ha compiuto recentemente 56 anni, ha pensato chel’occasione fosse giusta per annunciare, sul popolare network Facebook Mentions e in diretta, i suoi prossimi programmi artistici. Il piatto forte e più imminente è legato, ovviamente, alla pagina scritta. Il titolo dell’opera è tipicamente alla … Continua a leggere

Povero Zanetti!

  Lucia Annunziata ha ospitato, ieri, nel contenitore “In 1/2 ora” il ‘povero’ Zanetti. Per chi non lo conoscesse e dichiara di non interessarsi della politica perchè lo annoia, facciamo opera di cultura. A proposito, caro NON interessato alla politica, vedi di interessartene: quello che spendi al supermercato E’ politica, quanto costa la benzina E’ politica, il biglietto allo stadio … Continua a leggere

Renzi, un vero premier di sinistra, pardon di destra

Oggi ci si limiterà a qualche riflessione di gusto ludico. Tempo fa il grande Marcello Marchesi aveva acutamente affermato – tra il serio e il ridanciano – che, “La rivoluzione si fa a sinistra, i soldi si fanno a destra”. Come può ben vedere chiunque non sia sempre occupato a seguire le gesta(?) di disarcionati calciatori milionari che incideranno ben … Continua a leggere